Abbiamo fotografato il lupo in cansiglio

Non possiamo negare di aver avuto una certa fortuna. Sapevamo che qualche predatore significativo ronzava in quella zona. Pecore sbranate, qualche carcassa di cervo di tanto in tanto, mai ci saremmo aspettati di fototrappolare il LUPO.
La sua presenza è un evento che ci onora e onora l’integrità dell’ecosistema del Pian Cansiglio, la lungimiranza di chi ha voluto mantenere e tutelare un simile patrimonio.
La mancanza di grandi carnivori ha reso fragili i nostri ecosistemi. Essi svolgono all’interno della rete trofica l’importantissimo compito di tenere sotto controllo la densità degli ungulati selezionando gli animali deboli e malati. Cosa che la caccia non fa.
Noi diciamo lupo ma se fosse una lupa?
E’ un animale in dispersione oppure c’è un branco nei paraggi?
Siamo stati a lungo indecisi se dare o meno alla stampa la notizia, alla fine l’abbiamo fatto per evitare che qualcuno pensando ad un cane randagio brandendo un fucile si togliesse il problema. Ora non ci sono alibi, è lupo presenza auspicata dalla scienza, la parola passa alla politica e alla tutela di tutti gli attori della montagna animali e uomini.
State con noi.

Rassegna Stampa:

Autore dell'articolo: Alessandro Marson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.